Come evitare che l'addebito venga respinto

Il modo migliore per evitare il rifiuto di un addebito è minimizzarne la probabilità prima ancora di accettare i pagamenti.

Gli addebiti possono essere respinti quando il cliente contatta l'emittente della carta di credito o la banca per contestare un'operazione. L'addebito respinto può essere il risultato di un malinteso o un errore, o la conseguenza di un uso fraudolento di carte di credito rubate.

Esistono molte altre ragioni per cui un cliente può richiedere il rifiuto di un addebito, come:

  • addebito non autorizzato
  • addebito o esercente non riconosciuto sull'estratto conto della carta di credito
  • addebito scorretto
  • sensazione che il prodotto o servizio differiscano dalle aspettative iniziali
  • prodotto ordinato ma mai ricevuto

Collaborando con i clienti, è possibile capire insieme cosa sia successo e risolvere eventuali controversie. Inoltre, è possibile minimizzare il rischio di rifiuto di un addebito restando organizzati, offrendo massima disponibilità al cliente e mantenendo un rapporto fondato sulla trasparenza.

Se il cliente richiede il rifiuto dell'addebito, la società o l'istituto bancario emittente della carta di credito generalmente rimborsa immediatamente l'operazione all'intestatario. Una volta aperta la contestazione, riceverai un'e-mail da Stripe indicante tutti i relativi dettagli. Stripe detrarrà quindi l'importo contestato e una commissione di $15 per addebito respinto dall'account, il giorno successivo alla presentazione della contestazione.

Nel caso in cui la contestazione risultasse infondata, l'importo contestato e la commissione di $15 verranno accreditati sul tuo conto corrente bancario. Fai clic qui per ulteriori informazioni sulla gestione degli addebiti respinti.

In caso di accumulo di addebiti respinti, Invoice2go è obbligata a chiudere il tuo account di pagamento e a disattivare la funzione di accettazione dei pagamenti con carta di credito.

Di seguito sono elencati i passaggi più importanti per evitare il rifiuto degli addebiti:

  1. Avvisa i clienti
  • I clienti visualizzeranno i tuoi addebiti come “*S*nomedellatuaazienda” nel loro estratto conto. Accertati che il cliente riconosca il nome ufficiale della tua azienda nell'estratto conto della carta, comunicandolo in modo chiaro in fattura o nell'e-mail di accompagnamento con allegata la fattua.
  • Le fatture con intestazione diversa rispetto al nome ufficiale dell'azienda potrebbero aumentare le probabilità di rifiuto dell'addebito.
  • Monitora le e-mail
  • Le fatture vengono inviate per e-mail dal tuo dispositivo; di conseguenza, la cartella delle e-mail inviate diventa automaticamente un archivio delle fatture inviate. Conservale al sicuro, per poter fare riferimento alle specifiche operazioni in caso di rifiuto di un addebito.
  • Se scegli di inviare le fatture dal Web, senza che vengano salvate nella cartella della posta inviata, mettiti sempre in copia (Cc o Ccn) il tuo indirizzo per tutte le fatture inviate.
  • Usa nomi chiari per i prodotti e servizi
  • Quando accetti pagamenti con carta dai clienti, accertati che le fatture siano di facile comprensione. Ad esempio, se sei un elettricista, non usare in fattura “as34sdB” come descrizione del prodotto quando puoi descriverlo chiaramente come “interruttore magnetotermico”.
Altre domande? Invia una richiesta