Gestione degli addebiti respinti

Gli addebiti possono essere respinti quando il cliente contatta la società o la banca emittente della carta di credito per contestare un'operazione.

Il rifiuto di un addebito può essere il risultato di un malinteso o un errore, oppure la conseguenza di un uso fraudolento di carte di credito rubate. Qualsiasi sia la ragione, è consigliabile collaborare con i clienti per capire cosa sia successo e risolvere eventuali controversie.

Se il cliente richiede il rifiuto dell'addebito, la società o l'istituto bancario emittente della carta di credito generalmente rimborsa immediatamente l'operazione all'intestatario. Una volta aperta la contestazione, riceverai un'e-mail da Stripe indicante tutti i relativi dettagli. Stripe detrarrà quindi l'importo contestato e una commissione di $15 per addebito respinto dall'account, il giorno successivo alla presentazione della contestazione.

Nel caso in cui la contestazione risultasse infondata, l'importo contestato e la commissione di $15 verranno accreditati sul tuo conto corrente bancario.

Sfortunatamente, dopo la ricezione di una contestazione, non potrai rimborsare l'addebito. Il cliente ha già ricevuto dalla banca un rimborso per l'importo contestato, quindi, se sei d'accordo con il rimborso, non devi fare nient'altro e il cliente terrà il denaro.

Gestione di addebiti respinti erroneamente

  1. Parla con i clienti per capire perché sia stato respinto il pagamento
  2. Se il cliente conferma che l'addebito è stato respinto per errore e accetta di annullare la contestazione, chiedi al cliente di chiamare la propria banca per informarla di voler annullare il rifiuto dell'addebito
  3. Raccogli tutti i documenti associati: fatture, e-mail. accordi firmati, corrispondenza, fotografie, ecc.
  4. Dopo la contestazione del cliente con la banca, dovrai comunque trasmettere tutte le prove alla banca a sostegno della controversia
  • Le prove devono comunicare alla banca che il cliente desidera annullare la contestazione e devono includere tutti i messaggi di posta elettronica nei quali viene dichiarata la volontà di annullare la contestazione
  • Se il cliente ha delle lamentele specifiche che hanno dato origine alla contestazione, assicurati di citarle nelle prove e includerle nei relativi documenti
  • In mancanza di elementi a sostegno, anche se il cliente ha accettato di annullare la contestazione, è possibile perdere la controversia

Gestione degli addebiti respinti

  1. Parla con i clienti per capire perché sia stato respinto il pagamento
  2. Fai riferimento all'e-mail di Stripe riguardante l'addebito respinto oggetto della contestazione
  3. Raccogli tutti i relativi documenti: fatture, e-mail. accordi firmati, corrispondenza, foto, ecc.
  4. Contesta l'addebito respinto, entrando nel tuo pannello di controllo di Stripe
  5. Nella sezione "Contestazioni", fai clic sulla transazione contestata e aprila
  6. Fai clic su Contesta
  7. Segui le istruzioni di Stripe per contestare l'addebito respinto
Altre domande? Invia una richiesta